gesturing

One evening, guys of all nationalities and I went to a pub to have some fun after a long day of activities at school.

We sat all together and started chitchatting.  After a while, we ended up teaching each-other some words in our different languages.  While doing so, I saw a Swedish girl making a funny gesture with her arms.  I found this gesture peculiar and I imitated it, joking-.  But canstock15720403when the Swedish guys saw me, they split their sides with laughter.

At first I was puzzled because I couldn’t understand such a hilarity, but when the girl told me that the gesture had an awful meaning my puzzlement turned into embarrassment.  Anyway, since I had done it unawarely I burst into a loud laugh too.

LEARNING POINT: It is right to observe and repeat what other people do if you want to get into their cultural wavelength but sometimes you need to know first.

-Giada

Una sera, io ed alcuni altri ragazzi di altre nazionalità siamo andati in un pub, a divertirci dopo una lunga giornata di attività a scuola.

Ci siamo seduti tutti insieme e abbiamo iniziato a conversare. Dopo un po’ abbiamo iniziato ad insegnarci a vicenda alcune parole nelle diverse lingue. Mentre lo facevamo, ho visto una ragazza svedese fare qualcosa di divertente con le braccia, allora l’ho imitata, scherzando. Quando gli svedesi mi hanno vista però, hanno iniziato a ridere di gusto.

All’inizio ero perplessa, non avevo capito il perché di tutta questa ironia, ma quando la ragazza mi ha detto che quel gesto aveva un significato terribile, le mie perplessità si sono trasformate in imbarazzo. Ma comunque, avendolo fatto inavvertitamente, ho cominciato a ridere anche io.

Morale: E’ giusto osservare e ripetere ciò che fanno gli altri se vuoi stare sulla loro stessa lunghezza d’onda, ma talvolta è meglio conoscere prima.

Advertisements